Revolution Slider Error: Slider with alias sliderneurologia not found.
Maybe you mean: 'home-1' or 'chisiamo' or 'centrotac'

Odontostomatologia

L’odontoiatria veterinaria può essere assimilabile agli interventi e alle tecniche dell’odontoiatria umana, con delle sostanziali differenze legate alla diversità di specie ed agli scopi degli interventi stessi. Le maggiori differenze sono legate al fatto che gli animali domestici fanno uso dei denti in maniera generalmente più grossolana rispetto all’uomo e quindi gli interventi di riparazione devono essere molto robusti. Non possono effettuare da soli “igiene orale” e quindi sono necessari accorgimenti come la somministrazione di alimenti appositamente studiati o l’uso di prodotti e metodiche effettuate dal proprietario che vengano tollerate il più possibile per garantirne la continuità nel tempo. Sopportano difficilmente interventi che fanno loro percepire delle alterazioni sostanziali dell’anatomia dentaria e della masticazione e quindi è estremamente difficile applicare interventi di ortodonzia. Negli animali domestici è frequente l’insorgenza di patologie ai denti, gengive, mascella e mandibola che possono dare dei gravi problemi a livello di organi che apparentemente non sembrerebbero avere alcuna connessione con essi. In particolare tartaro dentario, gengiviti, carie trascurate, piorree, sono spesso responsabili di problemi cardiaci, epatici, renali e anche cutanei, legati all’assorbimento di batteri e tossine, nonché gastroenterici e muscolari, legati all’alterazione della masticazione ed alla deglutizione continua di batteri potenzialmente patogeni. Di non trascurabile importanza anche la possibile trasmissione, per mezzo del contatto con la saliva, di batteri potenzialmente patogeni anche all’uomo (specialmente ai bambini o alle persone anziane). La moderna odontoiatria veterinaria non si limita più ai soli interventi di ablazione del tartaro dentario, ma permette anche di eseguire interventi mirati e personalizzati sulla base della specie e delle caratteristiche dell’animale. Questo permette di effettuare interventi di profilassi dentale più accurati e volti a conservare il più possibile gli elementi dentali e la loro anatomia onde evitare alterazioni della masticazione ed altri problemi ad essa connessi.