La chirurgia viene eseguita con soggetto a digiuno da almeno dodici ore, salvo i casi di evidente emergenza.

All’intervento chirurgico viene fatto precedere un esame clinico, esami del sangue, radiografia toracica per assicurarsi della condizione fisica del paziente e impostare una anestesia adeguata al caso.

Un medico anestesista prende in carico il paziente dal momento della premedicazione fino al risveglio. Nelle successive fasi del post-intervento il paziente viene posto in degenza per trascorrere le successive 12-24 ore, a seconda dei casi. A fine intervento il chirurgo informa il proprietario telefonicamente.

In ospedale ci si occupa di chirurgia: di base dei tessuti molli, chirurgia ricostruttiva delle prime vie respiratorie, toracica, addominale, oftalmica, oncologica, ortopedia e traumatologia.